• Dott. Davide Bregoli

UTILIZZARE LA TECNOLOGIA CON I BAMBINI È DANNOSO?

Aggiornato il: 1 lug 2020

Nell’ultimo ventennio la tecnologia si è insediata sempre di più nella vita dell’uomo grazie alla diffusione di smartphone, tablet, assistenti vocali, etc..


Tuttavia, questa enorme diffusionedella tecnologia ha fatto si che anche i bambini riescano ad usufruirne, talvolta anche troppo, in quanto molti genitori impiegano questi strumenti come dei baby-sitter.



Recentemente ci sono stati diversi studi che hanno analizzato se tale impiego della tecnologia fosse corretto e quali ripercussioni potrebbe avere sullo sviluppo cognitivo ed emotivo dei bambini.


Nel recente studio di Madigan, Racine & Tough, “Prevalenza di ragazzi in età pre – scolare che seguono o eccedono le linee guida relative al tempo di esposizione agli schermi” (“Prevalence of pree – schoolers meeting vs exceeding screen time guidelines”. (2019)) viene dimostrato che la maggior parte dei bambini di 2 – 3 anni viene esposto agli schermi degli smartphone/tablet per un tempo maggiore di un’ora al giorno (79% per i bambini di 2 anni e 95% per i bambini di 3 anni). Tale quantità di tempo di esposizione evidenzia che non viene rispettata l’indicazione da parte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e da diverse associazioni pediatriche, che consigliano di non esporre i bambini di questa fascia d’età per un tempo superiore ad un’ora al giorno.


Rispetto agli effetti sui bambini dovuta ad un’esposizione prolungata, viene dimostrato dal recente studio di Hutton, Duedley, Horowitz – Kraus et al., “Associazioni tra uso dei media basati su uno schermo e integrità della materia del cervello bianco nei bambini in età prescolare” (“Associations between screen–based media use and brain white matter integrity in preeschool – aged children”. (2019)) che, se si superano le linee guida fornite dall’OMS, si potrebbe alterare aree cerebrali legate allo sviluppo del linguaggio, delle capacità di alfabetizzazione e delle funzioni organizzative.



Ciò nonostante, la tecnologia non è completamente nociva per i bambini. Infatti, sono state realizzate delle app che permettono di migliorare le capacità di apprendimento per i bambini. Inoltre, ci sono anche app che permettono il gioco simbolico al bambino, ovvero di giocare facendo finta di essere qualcun altro (per es. permettono di cuicinare, comprare, fare i genitori): questo permette al bambino di imparare comportamenti e regole associate ai vari contesti, migliorando di fatto la sua capacità di instaurare relazioni (Riva, G. (2020) “L’impatto dell’uso della tecnologia nei bambini”, Psicologia Contemporanea).


Pertanto, la tecnologia può essere utile nello sviluppo delle capacità cognitive del bambino, anche se bisogna prestare attenzione a non esporre il bambino per troppo tempo agli schermi dei dispositivi in quanto causerebbero effetti collaterali.


E tu cosa ne pensi?


#bambini #dipendenza #adolescenti #tecnologia

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti